FANDOM


«Ah, l'affascinante signor Larson...»
(Lara nel teatro di Roma)

Tomb Raider: Chronicles, sottotitolato La leggenda di Lara Croft sulla copertina dell'edizione in italiano, è un videogioco del genere avventura dinamica, quinto episodio della serie Tomb Raider e sequel di Tomb Raider: The Last Revelation. È stato sviluppato da Core Design e pubblicato da Eidos Interactive il 17 novembre 2000 in Europa per PlayStation, PC e Sega Dreamcast.

Dal 12 gennaio 2011 è possibile scaricare, solo in lingua inglese, Tomb Raider: Chronicles per PlayStation 3 e PlayStation Portable tramite PlayStation Network.

Trama

Nel finale di Tomb Raider: The Last Revelation Lara Croft è rimasta sepolta sotto le macerie dell'ingresso della Grande piramide di Giza. Il suo vecchio maestro e nemico Werner Von Croy è impegnato in Egitto nei lavori di scavo dell'ingresso crollato per ritrovarla e possibilmente salvarla. Nel frattempo, familiari e amici si riuniscono a Croft Manor per celebrare la scomparsa dell'amata Lara, ricordando e narrando alcune delle imprese e avventure da lei vissute prima della sua presunta morte.

Winston, fedele maggiordomo di Lara, la ricorda in una delle sue prime avventure, a Roma, impegnata nella ricerca della pietra filosofale, ostacolata da Pierre e Larson (già apparsi in Tomb Raider Featuring Lara Croft), una coppia di imbranati trafficanti di reperti archeologici. Incautamente, i due trafficanti attivano un antico meccanismo che dà vita a mostri e creature mitologiche tentando di accedere al luogo in cui è conservata la pietra. Lara riesce a sbloccare il portale d'accesso, e dopo aver affrontato le insidie del Colosseo, recupera la pietra.

Charles Kane racconta della ricerca della Lancia del Destino, andata perduta durante la Seconda guerra mondiale a bordo in un sottomarino tedesco. Sergei Mikhailov, un mafioso russo, è interessato a recuperare la Lancia per acquisirne i poteri, e per questo ha corrotto l'ammiraglio Yarofev, comandante di un sottomarino russo, perché lo aiuti nell'impresa. Infiltratasi a bordo del sottomarino, Lara riesce a recuperare la Lancia prima di Sergei e dei suoi uomini dal relitto dell'U-Boot tedesco. Tornata a bordo e catturata, Lara assiste allo scatenarsi del potere della Lancia del Destino, che causa ingenti danni al sottomarino sovietico e la morte di Sergei e dei suoi uomini. Aiutata dall'ammiraglio Yarofev, Lara riesce a risalire in superficie utilizzando un modulo di salvataggio, lasciando la Lancia del Destino nel sottomarino, che l'ammiraglio Yarofev manda a schiantarsi sul fondo dell'oceano mentre Lara si allontana.

Padre Dunstan ricorda quando, chiamato per un esorcismo sulla temibile Isola Nera, fosse stato seguito di nascosto da Lara, all'epoca appena diciassettenne. Lì i due si trovarono ad affrontare un demone imprigionato sull'Isola a causa di un antico rito magico che lo confinava in una zona circondata da acqua corrente. Dopo aver rapito padre Dunstan, il demone costringe Lara a trovare un sistema per fermare le correnti del luogo. Lara ritrova fortunosamente Il Bestiario, un antico libro di formule magiche con le quali riesce a imporre il proprio volere al demone e a salvare padre Dunstan.

Winston conduce i suoi amici nella Sala dei Trofei, dove Lara conserva gli artefatti recuperati nel corso delle sue avventure. Alla vista dell'Iride, Winston racconta di come Lara fosse riuscita a sottrarre il prezioso artefatto a Werner Von Croy infiltrandosi nel grattacielo delle sue Industrie a New York. Aiutata dall'esperto informatico Zip, Lara riesce ad infiltrarsi nel laboratorio in cui è custodita l'Iride e a rubarla. Von Croy tenta in ogni modo di fermarla e di riprendersi l'Iride, perfino mandando sulle sue tracce due pericolosi automi, ma Lara riesce ugualmente a sfuggirgli lanciandosi dal tetto del grattacielo con un deltaplano dopo una rocambolesca fuga.

Mentre gli amici di Lara brindano alla sua memoria, in Egitto Von Croy viene chiamato urgentemente all'interno dello scavo della Grande Piramide. Uno degli scavatori consegna a Von Croy lo zainetto di Lara: è stata ritrovata.


Personaggi

  • Lara Croft:
  • Winston Smith: L'anziano maggiordomo ha riunito a Croft Manor dei vecchi amici di Lara per ricordarla in alcune delle sue avventure.
  • Larson Conway: Trafficante di antichi reperti americano un po' tonto, è in combutta con il suo socio Pierre Dupont per recuperare la Pietra Filosofale. Seguirà Lara, tendendole anche diversi agguati, nel corso della sua ricerca del prezioso reperto.
  • Pierre Dupont: Trafficante d'arte francese, è a Roma insieme a Larson alla ricerca della pietra filosofale. Si dimostra più furbo di Larson, ed è, a modo suo, galante nei confronti di Lara.
  • Charles Kane: Incarica Lara di recuperare per lui la Lancia del Destino dall'U-Boot affondato nei livelli in Russia. Inizialmente era previsto il ritorno di Jean-Yves, apparso in Tomb Raider: The Last Revelation, ma a seguito della denuncia dell'archeologo ed egittologo francese Jean-Yves Empereur, che aveva ravvisato nel personaggio del gioco notevoli somiglianze con se stesso, Core Design ideò il personaggio di Charles Kane.
  • Sergei Mikhailov: Boss della mafia russa, è alla ricerca della Lancia del Destino, il cui potere lo condurrà alla morte.
  • Ammiraglio Yarofev: Comandante di un sottomarino nucleare russo, dopo la caduta della cortina di ferro è costretto ad accettare lavori illegali per sostentare i suoi uomini. Dopo aver scoperto Lara a bordo del suo sottomarino, la rinchiude in uno dei suoi magazzini. Lara lo ritroverà, ferito, sul ponte di comando dopo le esplosioni susseguitesi alla sprigionarsi del potere della Lancia. Aiuterà Lara ad approntare la navicella di salvataggio per fuggire dal sottomarino, ma si rfiuterà di seguirla.
  • Padre Patrick Dunstan: Uno dei tre amici convenuti a Croft Manor, conobbe Lara quando lei era ancora adolescente. Viene chiamato ad effettuare un pericoloso esorcismo sull'Isola Nera.
  • Vladimir Kaleta: Il demone che infesta l'Isola Nera da 700 anni. Gli venne promessa la vita eterna dall'abatae dell'isola in cambio di un'antica pergamena ma, ingannato e bloccato in un luogo circondato da acqua corrente, si è trasformato in un demone. Rapisce Padre Dunstan per costringere Lara a fermare l'acqua dei mulini che circondano l'area ed essere finalmente liberato.
  • Zip: Hacker esperto, è in contatto con Lara per aiutarla ad infiltrarsi nelle Industrie Von Croy.
  • Werner Von Croy: Archeologo austriaco, appare immobilizzato su una sedia a rotelle nel corso di un breve filmato al terminde del livello Fuga con l'Iride. Appare però anche nel finale del gioco, quando viene estratto lo zaino di Lara dalle rovine della Grande Piramide.


Lara Croft

Outfit

Vennero reintrodotti per Lara capi di vestiario differenti per ogni avventura, in modo simile a quanto avveniva in Tomb Raider III:

  • Outfit Classico: La classica tenuta Tomb Raider (shorts marroni, body verde acqua e stivali marroni) nei livelli ambientati a Roma.
  • Tuta Artic Camo: Tuta grigia e bianca e toque di lana nero per i livelli La base, Il sottomrino e Sottomarino sommerso.
  • Atmospheric Diving Suit: Scafandro con propulsori idrodinamici per il livello In profondità.
  • Outfit giovane Lara: Gilet e bermuda verdi con t-shirt bianca e stivali marroni per i livelli ambientati sull'Isola nera.
  • Tuta da ladra: Tuta aderente di lattice nero con visore infrarossi per i livelli ambientati a New York.


Nemici

  • Dobermann: Agili ma non molto pericolosi, colpiscono solo nel livello Strade di Roma.
  • Pipistrelli: Poco pericolosi ma voraci, non si possono eliminare e costituiscono solo un pericolo passeggero. Presenti sia a Roma che in Irlanda.
  • Topi: Come i pipistrelli, neanche i topi possono essere uccisi, e sono a loro volta un pericolo minimo.
  • Larson Conway: Tende agguati a Lara all'improvviso. Armato di rivoltella, spara a Lara rapidi colpi, ma basteranno pochi colpi di Lara per farlo scappare. Non è possibile eliminarlo.
  • Soldato romano: Boss presente a Roma, si distingue in due varianti:
    • La prima, armata di spada da cui lancia fulmini blu, è presente nel livello Mercati Traianei;
    • La seconda variante, armata di martello, è presente nel livello Il Colosseo.
  • Testa di Marte: Presente esclusivamente nel livello Mercati Traianei, è costituito da una grossa testa di metallo che galleggia in aria. Pericoloso, ha per occhi due pietre verdi, da cui lancia raggi che inceneriscono Lara all'istante.
  • Gargoyles: Mostri di metallo presenti solo nel livello Mercati Traianei, incautamente attivati da Larson. Ogni mostro è indipendente e spara dalla bocca fiammate debilitanti in grado di dare fuoco a Lara.
  • Leoni: Feroci e aggressivi, sono presenti nei sotterranei del livello Il Colosseo.
  • Gladiatori: Presenti solo nel livello Il Colosseo, sono aggressivi ma non molto difficili da eliminare.
  • Cani da guardia: Presenti nel livello La Base.
  • Soldati russi: Presenti occasionalmente nel livello La Base.
  • Cecchini: Posizionati alle finestre del livello La Base, possono essere difficili da individuare, ma un unico colpo è sufficiente ad eliminarli. Sono inoltre presenti anche nel livello Fuga con l'Iride, dove però non possono essere eliminati.
  • Mafiosi: Guardie del corpo di Sergei Mikhailov, scortano il loro capo nel corso della missione per il recupero della Lancia del Destino. Sono armati di pistola e non molto veloci.
  • Sommergibile: Presente nel livello In profondità, pattuglia l'area prospiciente il sottomarino russo. Spara razzi estremamente debilitanti. Non può essere eliminato.
  • Folletti: Prendono di mira Lara tirandole addosso sassi e pietre nei livelli Il patibolo e Il vecchio mulino. Temono il fuoco, con cui Lara può fermarli gettando loro vicino una torcia accesa.
  • Scheletri fantasma: Invisibili fino a quando Lara non passa loro vicino, sono presenti nel livello Il Labirinto. Rimangono fermi, tentando di colpire Lara con i fendenti delle loro spade.
  • Bestia del Labirinto: Presente alla fine del livello Il labirinto. Aggredisce Lara con dei morsi molto debilitanti.
  • Sirena: Impedisce a Lara di accedere all'interno del vecchio mulino afferrandola e colpendola con la coda. È necessario utilizzare l'astuzia per potersene liberare.
  • Guardie di sorveglianza delle Industrie Von Croy: Pattugliano i corridoi e i piani dei livelli ambientati a New York. Spesso alcune sono immerse in un placido sonno, o è possibile stordirle con il cloroformio.
  • Guardie corazzate: Pericolosissimi nemici nei livelli a New York, indossano una robusta corazza antiproiettile e sono armate di potenti armi laser, con cui possono incenerire Lara con un sol colpo. È possibile eliminarle solo colpendole alla testa, unica parte del corpo scoperta.
  • Personale operativo delle Industrie Von Croy: Sono inoffensivi, ma verranno protetti da torrette mitragliatrici se Lara punterà contro di loro le sue armi.
  • Cavie: Presenti solo nel livello Il 13esimo piano, sono in grado di rompere le teche che le contengono e inseguire Lara per divorarla. Non possono essere eliminate.
  • Automi: Presenti esclusivamente nel livello Allarme rosso!. Veri e propri uomini corazzati, non è possibile ucciderli tradizionalmente ma solo soffocarli con il gas o cortocircuitarli.


Gameplay

Il gameplay di Tomb Raider: Chronicles non si discosta molto da quello dei precedenti episodi, in particolare da quello di Tomb Raider: The Last Revelation; la differenza principale è la presenza di forti elementi stealth: in molti livelli Lara si ritroverà senza armi, costringendo il giocatore a trovare percorsi nascosti per aggirare i nemici o armi alternative per tramortirli.

A differenza del precedente capitolo, dove in alcuni casi era possibile tornare in livelli già visitati per adoperare armi o oggetti trovati successivamente, in Chronicles ogni livello è autoconclusivo. Anche il tutorial del gioco è diverso rispetto ai precedenti episodi: non ritorna infatti Croft Manor, già sparito in The Last Revelation, ma nel primo livello vi è un'apposita sezione opzionale dove il giocatore può affinare le sue mosse.

Abilità

Lara è dotata di alcune nuove mosse, come:

  • L'attraversamento in sospensione di corde tese;
  • Le piroette su sbarre orizzontali;
  • Una capriola che permette di uscire velocemente dai cunicoli attraversati carponi. Questo è tuttavia l'unico capitolo in cui Lara non guida veicoli di alcun tipo.


Livelli

In questo capitolo non è presente il Maniero Croft che troviamo nei primi tre capitoli. Non sono presenti nemmeno livelli bonus come accade per Tomb Raider: Adventures of Lara Croft o livelli bonus dovuti ad un episodio Gold dato che per questo titolo non fu pubblicato.

Italia

I livelli in Italia, a Roma per la precisione, servono principalmente per imparare i controlli di gioco e prendere confidenza con essi. La prima parte è per la maggior parte incentrata sul cercare oggetti e risolvere enigmi ma nel proseguire si potranno incontrare alcuni nemici. In questi livelli abbiamo il piacere di incontrare nuovamente dei vecchi amici: Pierre e Larson che vogliono Lara morta (finchè non trovano più saggio fuggire). Erano già presenti nel primo capitolo della saga. Nel livello Il Colosseo Lara troverà la Pietra Filosofale.

  • 1° Livello: Strade di Roma
  • 2° Livello: Mercati Traianei
  • 3° Livello: Il Colosseo

Russia

Lara si infiltra in una base russa per poi seguire le tracce di un antico manufatto che si trova sul fondo del mare. Questo capitolo contiene enigmi più difficili e alcune situazioni difficili come l'essere lasciati soli sott'acqua dopo un terribile incidente in cui l'ossigeno diventa la cosa più preziosa. Non mancheranno combattimenti mentre scopriamo dove si trova la Lancia del Destino.

  • 4° Livello: La base
  • 5° Livello: Il sottomarino
  • 6° Livello: In profondità
  • 7° Livello: Sottomarino sommerso

Irlanda

Entriamo in avventure spettrali con l'adolescente Lara. Una delle parti più interessanti del gioco poiché dobbiamo completare tre livelli senza armi. Naturalmente non ci saranno nemici duri, quindi possiamo risolverlo usando la logica e il buon senso. Incontreremo un demone che sembra essere un uomo appeso e chiede il suo cuore indietro, alcuni spiriti di monaci, scheletri invisibili, lupi mannari, folletti e un cavaliere posseduto che tiene in ostaggio Padre Dunstan.

  • 8° Livello: Il patibolo
  • 9° Livello: Il labirinto
  • 10° Livello: Il vecchio mulino

Von Croy Industries - New York

Una delle parti più belle, ma la più difficile e più movimentata del gioco. Siamo alla ricerca dell'iride che può essere vista all'inizio di Tomb Raider: The Last Revelation. Von Croy è quasi morto mentre ottiene questo artefatto e lo mantiene ben protetto nel suo complesso hi-tech. Nella maggior parte dei casi è pratico essere furtivo e a volte strisciare sembra essere la migliore strategia. Ad un certo punto non avremo armi se non per un fazzoletto imbevuto di cloroformio. Se questo non è abbastanza sorprendente di certo ci sorprenderà un elicottero che spara contro di noi o l'incontro con androidi aggressivi. Un amico di nome Zip ci aiuterà attraverso il nostro auricolare.

  • 11° Livello: Il 13esimo piano
  • 12° Livello: Fuga con l'Iride
  • 13° Livello: Allarme rosso!


Tomb Raider Level Editor

Alla pubblicazione di Tomb Raider: Chronicles fu allegato un disco separato contenente il Tomb Raider Level Editor, con il quale è possibile creare nuovi livelli e giocare i livelli realizzati dai fan. Il pacchetto di installazione conteneva, oltre ai programmi e agli elementi di base per realizzare livelli, anche alcuni livelli tratti da Tomb Raider: The Last Revelation a scopo dimostrativo.

Inizialmente Core Design pubblicò con l'editor un set di 5 livelli con lievi modifiche da Tomb Raider: The Last Revelation e un livello tutorial per apprendere le nozioni base del programma. Pochi mesi dopo, Eidos Interactive pubblicò su internet un set di tre livelli sempre tratti da The Last Revelation e alcune mappe grafiche aggiuntive da vari episodi della serie.

Nel 2005, con la distribuzione online di una versione da provare gratuitamente di Tomb Raider: Chronicles, l'editor è diventato completamente gratuito e scaricabile da internet.

La diffusione del Tomb Raider Level Editor ha portato allo sviluppo e alla pubblicazione di oltre 3000 livelli dalla pubblicazione dell'editor.


Inventario

Armi

Il campionario di armi è molto simile a quello di The Last Revelation, con poche o minime variazioni dal precedente capitolo.

  • Doppie pistole: Classiche doppie pistole di Lara con munizioni infinite.
  • Uzis: Molto utile se utilizzata per sparare nemici umani.
  • Revolver: Già apparsa in The Last Revelation, la Revolver è una Rivoltella con alta potenza di fuoco, può essere molto utile se combinata con il mirino laser. È molto veloce e potente inoltre in giro è possibile trovare molte munizioni.
  • Fucile a pompa: Come per gli uzi, il fucile pompa era già presente nei capitoli precedenti. Un po' lento durante la ricarica ma in cambio abbiamo un'arma più potente a distanza ravvicinata. Ha 2 tipi di munizioni:
    • Normali (rosse)
    • Potenziate (blu): Hanno un raggio più ampio rispetto alle munizioni quindi aumenta la distanza da cui è efficace.
  • Desert Eagle: Già presente in Tomb Raider III: Adventures of Lara Croft, pistola potente proprio come la Revolver. Di solito bastano pochi proiettili per eliminare chiunque. Può essere combinata con il mirino laser. È possibile utilizzarla solo nei livelli ambientati in Russia.
  • MP5: Il fucile Heckler & Koch MP5 (Anch'esso già presente in Tomb Raider III) può essere utilizzato in tre diverse modalità:
    • Sniper: In questa modalità può essere sparato anche un solo colpo. Molto utile se si vogliono eseguire colpi alla testa;
    • Burst: Spara 5 colpi molto velocemente;
    • Rapid: Permette di sparare continuamente contro i tuoi nemici.

Utility

Oltre alle armi Lara può trovare e raccogliere anche:

  • Medipack grandi: Ripristinano l'energia di Lara al 100%;
  • Medipack piccoli: Per il ripristino del 50% di energia di Lara.
  • Pistola lancia-rampino: È uno strumento più che una vera e propria arma. Permette di sparare un rampino. Molto utile per aggrapparsi a delle griglie sul soffitto e tirarle via con la sua corda.
  • Mirino laser: Questo strumento molto utile fu introdotto già nel precente capitolo e puoi combinarlo con la Revolver, la Desert Eagle e l'MP5. Permette di sparare con più accuratezza e precisione per eliminare i nemici all'istante e per risolvere enigmi e puzzle.


Segreti

Nel corso del gioco il giocatore può recuperare un totale di 36 segreti, costituiti da altrettante rose dorate, talvolta accompagnate da munizioni e medikit extra. Recuperando tutti i segreti si avrà accesso, dal menu delle opzioni di gioco, ad una sezione di contenuti speciali, costituita da vari renders di Lara ispirati a Chronicles e da alcune immagini e storyboard tratti dalle versioni beta di Tomb Raider: The Angel of Darkness, all'epoca in sviluppo da parte di Core Design con il titolo provvisorio di Tomb Raider: Next Generation.


Sviluppo

Lo stesso team di sviluppo che si era occupato di Tomb Raider: The Last Revelation venne impiegato per lo sviluppo di Tomb Raider: Chronicles. Il team non era particolarmente entusiasta di sviluppare un altro Tomb Raider con lo stesso engine grafico dei precedenti episodi. La squadra tentò di uccidere Lara Croft in The Last Revelation ma la Eiods ha insistito sul fatto che la serie continuasse. Core Design divise il team in 2; un nuovo team che lavorasse al nuovo capitolo The Angel of Darkness e l'altrà metà che si occupava dello sviluppo di Chronicles. La maggior parte della squadra di The Last Revelation è tornata per creare questo capitolo. Il designer Andy Sandham, parlando in una retrospettiva del 2016 sui giochi Tomb Raider riguardanti la Core Design, ha definito Chronicles "un carico di vecchie cazzate", dicendo che il team ha creato il gioco per guadagnarsi da vivere piuttosto che avere passione per esso. In un'altra intervista, l'ha definito il titolo di Tomb Raider più difficile su cui abbia mai lavorato.

Ogni area è stata progettata attorno a un tema di gameplay diverso; Roma emulava il classico platform Tomb Raider, la Russia era focalizzata su elementi di azione e di furtività, l'Irlanda costringeva i giocatori a gestire una versione di Lara senza armi, e la quarta area portava altri elementi furtivi e nuovi elementi come un compagno che aiutava Lara da remoto. Diverse idee di livello sono state originariamente lanciate per The Last Revelation prima che Jeremy Heath-Smith, il capo del Core Design, insistesse sul fatto che quest'ultimo gioco si concentra su ambienti basati su tombe. Come per The Last Revelation, è stata rimossa un'area separata per l'esercitazione basata sulla casa di Lara per ridurre il carico di lavoro. Diversi elementi del gameplay sono stati ampliati e perfezionati, incluse nuove mosse tra cui il funambolo e perfezionando l'interfaccia utente dell'inventario. Per la versione PC, Core Design ha rilasciato gli strumenti per la creazione di livelli come editor di livelli su un secondo disco. Ciò è stato fatto in quanto Chronicles sarebbe stato l'ultimo gioco ad utilizzare quella generazione di tecnologia, e volevano consentire ai fan la libertà di creare livelli propri.

Chronicles ha continuato il racconto di The Last Revelation, continuando a supporre che Lara fosse morta. A causa di questo stile, la struttura narrativa si staccò dallo stile lineare usato nei titoli precedenti in favore di un formato antologico, con quattro avventure separate strettamente legate insieme da sequenze inquadrate. Sandham ha scritto la sceneggiatura del gioco dopo che la struttura del livello del gioco è stata finalizzata. Ci sono stati diversi errori di continuità nella sezione riguardante Roma relativi al suo posizionamento cronologico e alla morte di Pierre, attribuita da Sandham a non riferirsi alla sceneggiatura originale del gioco. L'uso di flashback piuttosto che una continua narrazione contemporanea ha consentito al Core Design di creare livelli molto diversi senza essere legati a una storia complessiva. È stato anche progettato per chiudere l'era originale di Tomb Raider, compresa la sua tecnologia e trama, prima dell'uscita di The Angel of Darkness. I livelli irlandesi furono inclusi da Sandham, che amava il folclore irlandese e si ispirò alla copertina dell'Isola nera, un libro delle avventure di Tintin.

Il motore di gioco venne ulteriormente potenziato con l'aggiunta di nuovi effetti e migliorie al codice per renderlo più fluido e performante. Furono inoltre corretti in questa versione del motore alcuni bug presenti in The Last Revelation. Il modello di Lara raggiunse i 500 poligoni.


Colonna sonora

La colonna sonora di Chronicles fu composta da Peter Connelly, lo stesso compositore di The Last Revelation. Come altri suoi altri progetti, Connelly ha usato le build di livello iniziale come fonte di ispirazione per le sue composizioni. Prendendo spunto dal tono cupo della narrativa, Chronicles ha usato uno stile musicale più oscuro pur mantenendo i soliti motivi musicali di Tomb Raider. Il tema principale è molto breve rispetto ai precedenti giochi di Tomb Raider, ma Connelly voleva qualcosa di "epico". I vincoli temporali hanno significato che Chronicles non aveva un tema principale adatto, con il più vicino dei quali era un segmento di apertura ispirato ai piani originali di Connelly.


Doppiaggio

Lara Croft Elda Olivieri
Winston Giorgio Melazzi
Uomo impiccato Giorgio Melazzi
Zip Luca Sandri
Pierre Dupont Silvano Piccardi
Werner Von Croy (Egitto) Raffaele Fallica
Werner Von Croy (New York) Marco Balbi
Padre Patrick Dunstan Antonio Paiola
Charles Kane Luca Bottale
Sergei Mikhailov Claudio Moneta
Larson Marco Balbi
Ammiraglio Yarofev Marco Balbi
Vladimir Kaleta Marco Balbi
Uomo in smoking Marco Balbi


Statistiche di gioco

Accoglienza

Tomb Raider: Chronicles venne accolto freddamente dalla critica, ed è attualmente il gioco della serie con il più basso record di vendite.

Ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica, anche se alcune recensioni di Tomb Raider Chronicles sono state molto positive. Games Radar ha dato al gioco un punteggio di 88/100, dicendo "Eccellente, anche se privo di intenti rivoluzionari - ma andiamo, quanti giochi sono davvero diversi in questo senso?" Un'altra recensione positiva è arrivata da Total Video Games, che ha assegnato al gioco un punteggio di 80/100. Anche così, hanno commentato "Sfortunatamente il gioco sarà finito prima di entrare davvero in esso, che è una vergogna da piangere". IGN è stato principalmente obiettivo, assegnandogli un punteggio di 6,5 / 10 (PS1) e dicendo "L'ultima avventura di Lara Croft su PlayStation è anche il suo meglio, ma è ancora più o meno la stessa." Hanno aggiunto "Se non ti è piaciuto nessuno dei giochi o sei stanco della serie dopo il 2°, 3° o 4° gioco, allora non c'è niente qui in Chronicles che possa rivitalizzare la tua passione per la serie o che possa fartela amare per la prima volta. Tomb Raider Chronicles è praticamente lo stesso, quindi probabilmente lo saprai meglio di chiunque altro, indipendentemente dal fatto che ti piaccia o no. Criticò la scarsa qualità grafica, il comparto sonoro insoddisfacente e, più in generale, una giocabilità troppo abusata, pur ritenendo il Tomb Raider Level Editor una valida aggiunta alla pubblicazione. La versione Dreamcast, valutata con un punteggio di 5.8/10, sottolineava ancora una volta la ripetitività del gameplay e i problemi di gestione della telecamera di gioco.

GameSpot ha dato un voto misto, sostenendo che "Il problema principale è che la serie Tomb Raider non è cresciuta con i tempi". Sono stati particolarmente entusiasti della grafica e hanno detto "Per quanto riguarda la versione di PlayStation in particolare, la grafica sembra migliore di prima. Gli ambienti del primo Tomb Raider erano molto scarsi e insignificanti, ma nel corso degli anni gli sviluppatori sono stati in grado di spremere di più e più fuori dalla PlayStation.Per un gioco su un sistema che invecchia, c'è un sorprendente grado di dettaglio in Tomb Raider Chronicles, senza un significativo sacrificio di dimensioni del livello". Pur trovando il gioco nel complesso piacevole, la mancanza di originalità, con meccaniche di gioco mutuate da altri videogames come Metal Gear Solid e la bassa qualità tecnica complessiva, ne abbassò notevolmente la valutazione. Sia la versione PlayStation che quella Dreamcast guadagnarono entrambe un punteggio di 7.2/10.

Una recensione particolarmente pungente venne da Electronic Gaming Monthly, che disse "Dovrebbe essere illegale per te possedere i soldi se hai anche preso in considerazione l'idea di acquistare questa merda". GamePro ha assegnato al gioco un punteggio di 3,5/5, facendo eco all'opinione che Tomb Raider avesse bisogno di un aggiornamento, sottolineando "Nonostante la grafica migliorata e la trama fantasiosa, Tomb Raider Chronicles ha gli stessi controlli dei precedenti giochi Tomb Raider, e si sentono antiquati come qualsiasi reliquia che Lara abbia mai portato alla luce".

Le retrospettive dello staff di Chronicles sono state contrastanti, e molti membri dello staff hanno ritenuto che fosse il loro peggior progetto riguardante Tomb Raider in quel momento a causa dell'affaticamento del franchising e della mancanza di entusiasmo. Nelle retrospettive giornalistiche, Chronicles è stata classificata come il titolo più debole a 32 bit e uno dei peggiori titoli di Tomb Raider prima del notoriamente povero The Angel of Darkness.


Recensioni
Somma punteggi
Riviste Punteggi
GameRankings 70.59% (PS1)
68.25%(DC)
60.24(PC)
Metacritic 63/100 (PS1)
59/100 (DC)
57/100(PC)
Punteggi riviste
GameSpot 7.2/10 (PlayStation)
7.2/10 (DC)
6.3/10 (PC)
IGN 6.5/10 (PlayStation)
6.3/10 (PC)
5.8(DC)
Official Dreamcast Magazine (US) 4/10


Sequel

Nonostante non fosse stato un vero e proprio successo a confronto con i titoli precedenti, Tomb Raider: Chronicles fino al 2001 vendette oltre 1,5 milioni di copie nel mondo e fu seguito da Tomb Raider: The Angel of Darkness nel 2003.


Curiosità

  • La coppia di anziani che si nota a malapena nel filmato iniziale di Tomb Raider:Chronicles potrebbero essere i genitori biologici di Lara. A confermarlo, i prototipi ufficiali del gioco diffusi per la rete e sbloccabili all'interno del gioco. Richard e Amelia Croft, dunque sarebbero vivi e vegeti e stando alla biografia ufficiale di Lara del tempo che fu, anche in rapporti conflittuali con la figlia.


Requisiti minimi per PC

Sistema Operativo: Windows 95, 98, ME o superiore
Processore: Pentium II 300 MHz o Pentium II 266MHz
Memoria: 16 MB RAM (Consigliati 32 MB)
Scheda video: 4 MB di scheda video + DirectX 7
Hard Disk: 300 MB di spazio libero
Lettore CD: 4x di Velocità